America Centrale

L’America centrale è ricca di caffè dal forte carattere, definiti dagli esperti veramente forti.

Costa Rica

La Costa Rica è uno stato insulare dalla lunga tradizione agricola. Qui si coltiva esclusivamente pregiato caffè Arabica, lavorato con la cosiddetta preparazione umida. I fertili terreni vulcanici della Meseta Central, abbinati agli influssi climatici dei due oceani, rendono la Costa Rica un ricercato territorio di coltivazione.

La migliore regione di coltivazione è a Barahona, a sud-ovest. Altre raffinate varietà di caffè provengono da Juncalito e Ocua. Questi caffè, chiamati anche Santa Domingo, sono delicati e dal gusto corposo, con una delicata acidità e aromi piacevoli.

Varietà straordinarie sono il Tarrazu, il Tres Rios e il Tournon. Si tratta di caffè densi dal forte profumo, ben equilibrati e leggermente acidi.

El Salvador

Il Paese è attraversato da una catena vulcanica che dà terreni fertili su cui le piante di caffè crescono bene. El Salvador produce un caffè equilibrato, dal gusto tipico.

Le esclusive varietà di Arabica riuniscono in sé il tipico gusto del caffè dell’America centrale: sono delicatamente aromatiche, dalla lieve corposità e leggermente acide. La marca più famosa è Pipil.

Un caffè straordinario è il Pacamara, la cui migliore regione di coltivazione si trova presso Santa Ana, non lontano dal confine con il Guatemala. La corposità robusta, ma non troppo forte, e la delicata fragranza rendono il Pacamara una straordinaria esperienza gustativa.

Guatemala

Oggi il caffè viene per lo più coltivato a sud del Paese, dove i pendii montuosi della Sierra Madre, con i loro fertili terreni, offrono le premesse ideali.

Un aroma ricco e molta corposità contraddistinguono questo squisito caffè. L’armoniosa delicatezza, con leggere punte di acidità, lo rende piacevole e digeribile. Antiqua è una straordinaria zona di coltivazione.

Le varietà Huehuetenangos e Coban sono eccellenti e vengono definite come rotonde, a volte speziate o leggermente cioccolatose.

Hawaii

Il caffè viene coltivato lungo le pendici del Mauna Loa, dell’Hualalai e del Mauna Kea in un ambiente climaticamente ideale: tropicale, con sole e ombra e un terreno vulcanico che dona un aroma fruttato e speziato.

L’eccellente caffè dei mari del Sud ha una bella e intensa corposità fruttata, ma non tanti acidi. Le leggere e dolci note di noci esaltano l’amabile sapore.

La varietà più ricercata si chiama Kona, raramente reperibile pura. Si dice che le piante del caffè non possano trovare in nessuna altra parte del mondo condizioni di crescita altrettanto ideali come nelle Hawaii.

Giamaica

Qui si trovano tutte le condizioni per ottenere dal caffè Blue Mountain uno dei migliori caffè al mondo: a est dell’isola, viziata dai venti caldi ed umidi, si staglia una catena montuosa con vette che superano i 2200 metri.

Sulle pendici montuose si trovano da più di duecento anni superfici di coltivazione perfettamente terrazzate su terreni fertilissimi, all’ombra degli alberi di avocado e banane, irrigate da ruscelli montani e coltivate con piante di Arabica, introdotte nel 18° secolo dalla Martinica.

Porto Rico

Il caffè portoricano è per natura delicato, molto corposo e dal marcato aroma. I caffè di punta sono di classe mondiale: i più raffinati sono lo Yaouco Selecto e il Grand Lares.

Lo Yauco Selecto cresce soltanto in tre piantagioni nel sud-ovest dell’isola e si contraddistingue per un gusto estremamente pieno, un aroma intenso e un notevole retrogusto. È un caffè caro, ma in compenso ha un gusto inimitabile. Oltre a fertili terreni argillosi, l’altopiano offre un clima moderato e un prolungato periodo di piogge da ottobre a febbraio.

Per garantirne una freschezza ottimale, lo Yaouko Selecto resta nei gusci fino a quando viene imbarcato. Questo significa che viene sbucciato soltanto quando arriva l’ordinazione. È un caffè straordinario: fruttato, corposo e non amaro. La robusta corposità rende questo caffè una vera e propria esperienza gustativa.