Sudamerica

Die Länder des südamerikanischen Kontinents produzieren fast die Hälfte des Kaffee - Aufkommens weltweit. Für den Export liefern sie Kaffeesorten, die sich für Mischungen gut eignen. Ein Teil der Ernte wird selbst verbraucht - er erfüllt nicht die geschmacklichen Erwartungen der verwöhnten Konsumländer.

Brasile

Il Brasile è considerato il gigante nel mercato del caffè: qui crescono circa 4 milioni di piante del caffè e il 75% del raccolto deriva da piccoli agricoltori.

Sul mercato internazionale il caffè brasiliano, per lo più lavato e asciugato al sole, viene suddiviso nelle varietà «Brazils» e «Milds» e anche in «other Arabics».

Il Brasile produce la maggior parte dei Robusta di qualità di consumo standard, così come si trovano nei supermercati. Questa Robusta brasiliana viene commercializzata come Conillon e rappresenta circa il 15% dell’intera produzione di caffè.

La Colombia

La Colombia è il principale produttore di chicchi di Arabica e nel mondo è il maggiore esportatore di caffè grezzo lavato. Le regioni di coltivazione si trovano sulle pendici delle Ande.

Le principali piantagioni si trovano nei pressi di Medelli, Armenia e Manziales. Queste tre regioni sono note con il nome di MAM. Altre straordinarie zone di coltivazione si trovano a Bogotá e presso Bucaramanga.

Il caffè colombiano ha un gusto delicato ed equilibrato che spesso viene descritto come vellutato. È contenuto in numerose miscele di caffè, ma è anche disponibile come caffè genuino.

Venenzuela

La migliore regione di coltivazione è lo Stato federale di Táchira, a sud-ovest. I migliori caffè sono considerati il Montebello da San Cristóbal de Táchira, il Mirama da Rubio de Táchira, il Granjia da Timote de Mérida e l’Ala Granjia da Santa Anna de Táchira.

Anche i nomi Maracaibo, Mérida e Trujillo, nonché Filomena e Gúcuta, sono sinonimo di qualità.

Il caffè venezuelano ha un gusto inconfondibile: leggero e delicato con un’acidità marcatamente bassa. Ecco perché è adatto sia alle miscele che come caffè genuino.