Sostenibilità

Sostenibilità: la nostra bussola

In una casa svizzera su due vi è almeno un apparecchio V-ZUG. Perciò siamo consapevoli di avere un forte impatto sull’inquinamento ambientale causato dalle famiglie. Noi consideriamo la sostenibilità come un concetto olistico che comprende la nostra intera catena di creazione del valore: ecologica, sociale e imprenditoriale. Per noi fare affari in modo responsabile nei confronti dei clienti, del personale e dei risultati non soltanto è una moda. Piuttosto, ci è utile nel nostro processo decisionale e nel nostro lavoro quotidiano. 

Pianeta: produzione a impatto climatico zero dal 2020

In quanto azienda manifatturiera possiamo avere un duplice impatto sul nostro ambiente: sviluppiamo apparecchi con l’obiettivo di renderli il più efficienti possibile da utilizzare e li produciamo nel modo più efficiente possibile in termini di risorse e di basse emissioni. Un esempio è il nostro approccio alla gestione delle emissioni di CO2: prevenire — ridurre — compensare. A tale scopo lavoriamo con una tassa interna sulle emissioni di CO2 . In questo modo finanziamo continuamente progetti che sostengono questo obiettivo e compensano le emissioni rimanenti. Produciamo a zero emissioni di CO2 dal 2020. 

 

Persone: il perno attorno cui ruota il nostro mondo 

Facciamo parte della società e vogliamo contribuire a una convivenza sana e sostenibile. Per noi questo significa che ci impegniamo per il benessere di tutte le persone con cui lavoriamo, ma soprattutto dei nostri collaboratori. Le loro capacità personali e professionali e il loro impegno quotidiano hanno permesso a V-ZUG di avere successo da oltre 100 anni. Tuttavia, ciò significa anche che ci impegniamo in modo chiaro e coerente a favore della Svizzera come sede e investiamo di conseguenza in partnership e forza innovativa. In questo modo non solo ammoderniamo la nostra produzione, ma contribuiamo anche alla competitività della sede di Zugo. 

 

Profitto: pronti per il futuro

Longevità e qualità fanno parte del nostro DNA. Ed è così che facciamo affari, sempre con l’obiettivo di raggiungere un successo a lungo termine. Ci concentriamo sull’innovazione e manteniamo una cultura aziendale di responsabilità nei confronti del cliente, del personale e dei risultati e di affidabilità. Nonostante le elevate spese salariali, la sede Svizzera è per noi un importante fattore di successo: forza innovativa, perizia e una profonda consapevolezza della qualità, nonché un’elevata sensibilità ai temi della sostenibilità sono un terreno fertile ideale per la nostra azienda. Questi valori si riflettono anche nei nostri progetti, i quali non mirano a massimizzare i profitti a breve termine, ma a salvaguardare il futuro della nostra azienda nelle prossime generazioni. 

Rapporto sulla sostenibilità

Per noi la trasparenza è importante, anche in fatto di sostenibilità. Questo è il motivo per cui pubblichiamo un rapporto sulla sostenibilità ogni anno dal 2012. Sempre con lo scopo di comunicare i nostri progressi in modo aperto, comprensibile, confrontabile e autocritico. Il rapporto ci consente di creare una base di informazioni credibile per uno scambio con i nostri portatori d’interesse e una base per un miglioramento continuo. Il presente rapporto è stato redatto in conformità agli standard GRI: opzione «Core».

La nostra strategia di sostenibilità – V-ACT

Nel dialogo con i portatori d’interesse abbiamo identificato quali sono i temi di sostenibilità più importanti per V-ZUG. La matrice di materialità risultante è il fulcro della nostra strategia di sostenibilità e il fondamento delle nostre quattro immagini target: «Prodotti e servizi riciclabili», «Collaboratori», «Ambiente, energia e clima» e «Società e crescita sostenibile». 

Dal 2020 facciamo parte del programma Swiss Triple Impact (STI). Il programma ci aiuta a misurare meglio il nostro attuale contributo agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) e a identificare i settori con il maggior potenziale di miglioramento. In questo modo, siamo guidati da un quadro internazionale e sosteniamo il processo di trasformazione in una società sostenibile. Con le nostre attività quotidiane contribuiamo attivamente ai seguenti cinque SDG: 7, 8, 9, 12, 13

Economia circolare

Siamo responsabili dei nostri prodotti per l’intera durata della loro vita. Conosciamo la catena di creazione del valore a monte e controlliamo regolarmente i nostri fornitori, anche in relazione a criteri di sostenibilità selezionati. Mostriamo ai nostri clienti come possono utilizzare i loro apparecchi in modo da risparmiare risorse e ci assumiamo la responsabilità per lo smaltimento o il riciclaggio ottimale ed ecologico.

Design: dove inizia il ciclo

Per noi un prodotto sostenibile inizia con il suo sviluppo. È in questa fase iniziale che possiamo avere la maggiore influenza sulla sua sostenibilità «a vita». Ci affidiamo a: longevità e riparabilità degli apparecchi, basso consumo di energia e acqua nell’applicazione e un design modulare. Questo ci permette, ad esempio, di rendere «smart» gli apparecchi installati e di collegarli in rete. 

 

Acquisizione: la vicinanza è importante per noi

I nostri fornitori contribuiscono in misura decisiva alla qualità dei nostri prodotti. Un rapporto di fiducia con loro è quindi fondamentale per noi. Di solito li coinvolgiamo nelle prime fasi del processo di sviluppo in modo da potere lavorare a soluzioni comuni. Circa il 60% dei nostri fornitori si trova in Svizzera e un altro 30% nell’Europa circostante. La maggior parte degli audit dei fornitori vengono effettuati personalmente. 

 

Realizzazione: seguiamo i valori svizzeri

V-ZUG lavora da oltre 100 anni per fornire le migliori soluzioni per lavanderie e cucine. Il nostro personale continua ancora oggi a fabbricare i prodotti nelle sedi di Zugo e Arbon con grande impegno e dedizione. Per potere continuare a ricercare, sviluppare e produrre con successo, stiamo preparando la nostra fabbrica di pensieri e di progetti per il futuro. Presso il nostro sito principale è in costruzione un quartiere nuovo, che in futuro sarà alimentato da energia rinnovabile locale mediante fotovoltaico, acqua di falda e di lago. La verticalizzazione parziale ci consente di utilizzare lo spazio a nostra disposizione in modo ancora più efficiente. Come materiale da costruzione, utilizziamo legno della regione o calcestruzzo a basso tenore di CO2.

Trasporto: la logica del lattaio

Piccole scorte e una pianificazione ottimale dei percorsi nel trasporto hanno un’influenza positiva sulla nostra impronta ecologica. Con il nostro approccio «Milk Run», prendiamo due piccioni con una fava: non sono i singoli fornitori a trasportarci i loro prodotti come un intero carico di camion, bensì siamo noi a guidare con un solo veicolo verso i diversi fornitori nelle vicinanze. Qui vengono ritirati solo le parti che V-ZUG elabora in modo tempestivo. In questo modo possiamo mantenere il nostro magazzino ridotto e al contempo stabile per evitare viaggi a vuoto. 

Vendita/distribuzione: come acquistare un apparecchio V-ZUG

Vendiamo i nostri prodotti esclusivamente attraverso il commercio al dettaglio. In tutta la Svizzera, gestiamo inoltre dieci dei nostri centri di esposizione e consulenza (ZUGORAMA), dove garantiamo ai nostri clienti una consulenza esperta. Offriamo pezzi di ricambio nel nostro shop online. Oltre a questi canali classici, stiamo anche perseguendo nuovi approcci circolari, come l’offerta del prodotto come servizio. Le prime esperienze sono già state raccolte nel progetto pilota. 

Uso/riparazione: durevole e nel rispetto delle risorse

La scelta del programma di lavaggio ha un enorme impatto sul consumo di energia e acqua dei nostri apparecchi. Con il nostro EcoManagement siamo in grado di informare i nostri clienti in modo trasparente sui consumi e quindi di sensibilizzarli all’uso degli apparecchi nel rispetto delle risorse. Affinché gli apparecchi V-ZUG continuino a generare un valore aggiunto in una casa moderna anche dopo anni dalla loro vendita, garantiamo la disponibilità dei nostri pezzi di ricambio fino a 15 anni. Se fosse necessaria una riparazione o si verificasse un malfunzionamento, i nostri tecnici di servizio reagiscono prontamente per ridurre al minimo i tempi di inattività. 

 

Raccolta: quando gli apparecchi sono giunti al capolinea

Gli apparecchi in disuso vengono raccolti attraverso tre canali diversi. Sostituiamo l’apparecchio presso il cliente e lo consegniamo al nostro partner addetto al riciclaggio oppure il cliente stesso lo porta all’ufficio centrale di smaltimento. Inoltre, i nostri partner addetti all’installazione riprendono gli apparecchi e li consegnano ai loro riciclatori. In Svizzera si registra così un tasso di riciclaggio molto elevato.

Ricondizionamento: una seconda vita?

I requisiti per gli elettrodomestici stanno cambiando. È quindi possibile che i nostri apparecchi non siano più necessari, sebbene non abbiano ancora raggiunto il loro capolinea in termini tecnici. Alcune dei nostri apparecchi usati vengono ritirati, ricondizionati e rivenduti dai nostri partner. Vediamo un potenziale per V-ZUG nel commercio di apparecchi usati, che vorremmo sfruttare sempre di più nei prossimi anni.

Riciclaggio: un progetto di partenariato 

In Svizzera, gli apparecchi usati possono essere riciclati ben oltre l’80%. Il nostro obiettivo è quello di aumentare costantemente il tasso di riciclaggio. Insieme a un partner addetto al riciclaggio abbiamo esaminato da vicino tale processo e siamo stati in grado di ottenere importanti informazioni. Tuttavia, il riciclaggio inizia già nella nostra produzione: i residui di materiale che si formano durante il processo di produzione vengono automaticamente smistati in appositi container e inviati al riciclaggio.

Rifiuti: quando è inevitabile

Sviluppo, produzione, amministrazione, trasporto e smaltimento generano inevitabili rifiuti. Smaltiamo correttamente i materiali che non possiamo riciclare. Ottimizziamo costantemente i nostri processi di smaltimento dei rifiuti. L’obiettivo è: produrre meno rifiuti e aumentare la riciclabilità. Ci sforziamo quindi di chiudere sempre di più il cerchio, il che ci riporta direttamente al «design».