Società - Il Rapporto di sostenibilità 2018/2019

Gesellschaft_Header_976x420.jpg

Dalla costituzione di Verzinkerei Zug nel 1913 la storia della città di Zugo è strettamente legata alla nostra. Nella nostra storia aziendale ultracentenaria abbiamo costruito relazioni importanti con i nostri vicini, con le organizzazioni della società civile e con le autorità della città e del Cantone. Ci esprimiamo su tematiche come consumo idrico, efficienza energetica o alimentazione sana in seno a iniziative e associazioni sia locali che regionali e sosteniamo inoltre organizzazioni culturali e di beneficenza nella sede di Zugo. Come partner principale e con 67 volontari di V-ZUG abbiamo fortemente contribuito al successo della Festa federale dei lottatori e dei giochi alpestri (FFLS) svoltasi a Zugo nel 2019.

Il Technology Cluster Zugo: un quartiere dell’innovazione
Con il lancio del cosiddetto Technology Cluster Zugo (TCZ), modernizziamo la nostra sede di Zugo e al tempo stesso desideriamo attirare altre aziende, start-up e istituzioni. In otto cantieri sta nascendo un ecosistema urbano di alta qualità, connesso in rete, con posti di lavoro nei settori innovazione, produzione e formazione. Nell’ambito del TCZ ci siamo inoltre posti l’obiettivo di creare uno spazio abitativo accessibile, attraente e sostenibile per i collaboratori. 

Vivere i valori fondamentali
Fulcro e cardine della nostra attività aziendale e sociale sono i nostri valori fondamentali che da metà 2016 sono sanciti nel codice etico del Gruppo Metall Zug: creazione di valore sostenibile nel lungo periodo, eccellenza e integrità nell’ambito della nostra attività operativa. Il codice si applica a tutto il personale e ai membri del consiglio di amministrazione. Rappresentiamo questi valori fondamentali e principi anche nei confronti dei nostri fornitori, portandoli quindi fuori dalla nostra organizzazione per diffonderli nella società e nell’industria. Nell’era della digitalizzazione attribuiamo particolare importanza a questi principi perché la crescente capacità dei nostri elettrodomestici di connettersi in rete consente loro di accedere sempre più spesso ai dati sul comportamento personale dei nostri clienti e partner. Prendiamo molto seriamente la risultante responsabilità nel campo della protezione e della sicurezza dei dati. Da maggio 2018 V-ZUG è conforme al Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’UE e chiede il consenso dei clienti per la conservazione dei dati.

Graphique: Heinz Tännler, Consigliere di Stato del Canton Zugo

Storie

«Nordpol»: la creatività a nord di Zugo
Nel marzo 2019 la popolazione di Zugo ha festeggiato un’apertura a nord del sito di V-ZUG: con il progetto «Nordpol» V-ZUG consente l’utilizzo temporaneo dell’edificio vuoto situato nella Industriestrasse 61. Oltre a progetti culturali e sociali come il Waldstock Bar o l’associazione Verein mit Herz, «Nordpol» è anche la sede del FabLab Zugo. Quando i promotori Luz Maria Molinari, Moritz Hassler, Rouven Küng e Michael Hobbins presentarono l’idea di un laboratorio FabLab a Lukas André, Head Marketing Technology Cluster Zugo presso Metall Zug, lui ne fu subito entusiasta. Si tratta di laboratori pubblici digitali in cui il consumatore diventa produttore e può sviluppare, programmare e produrre le proprie idee utilizzando stampanti 3D o macchine a taglio laser. «Abbiamo trovato questa idea eccitante», commenta Julia Häcki, Project Leader Corporate Development presso Metall Zug. «Si inserisce nel programma di ecosistema innovativo e sostenibile che stiamo implementando con il Technology Cluster Zugo (TCZ)». «Nordpol» ha una durata limitata fino a settembre 2019 con possibilità di estensione. Il FabLab si sposterà poi in una nuova sede. Nel corso dei lavori di ristrutturazione dell’area, che dureranno per oltre 20 anni, vi saranno molte altre possibilità di utilizzo temporaneo. A proposito, il progetto si chiama «Nordpol» perché l’edificio si trova all’estremo nord del TCZ; ad eccezione del tennis club, è anche l’edificio più a nord di Zugo. Il TCZ rilancerà ulteriormente il quartiere «Zug Nord», in piena crescita e sviluppo. Con il progetto di utilizzo temporaneo «Nordpol» vogliamo entrare in questa nuova era insieme alla città.

80 metri da terra: progetto Pi
Vivere e abitare a Zugo è costoso. Nell’ambito del nostro grande progetto «Technology Cluster Zugo» (TCZ) ci siamo posti l’obiettivo di creare uno spazio abitativo accessibile, attraente e sostenibile per i collaboratori. Nasce così il progetto «Pi» in cui V-ZUG è coinvolta: un grattacielo in legno la cui costruzione è probabilmente unica in Svizzera, non solo per la sua altezza record di 80 metri. «Non vogliamo solo creare uno spazio residenziale, ma anche un habitat reale che soddisfi le mutevoli esigenze abitative delle famiglie di oggi», afferma Beat Weiss, direttore di V-ZUG Immobilien SA. Gli appartamenti per famiglie nel grattacielo si arricchiscono così di una varietà di offerte aggiuntive come monolocali residenziali, studi o locali da affittare. «È concepibile, per esempio, che i residenti possano condividere un laboratorio o una stanza per la musica, o che una galleria pop-up possa essere a disposizione per organizzare una mostra», continua Beat Weiss. La cosiddetta Piazza, preludio a ciascuno dei dieci quartieri verticali, annulla la rigida separazione verticale dei piani e crea spazio per gli incontri: i residenti utilizzano la Piazza secondo le loro esigenze – per eventi culturali, aperitivi o una biblioteca che invita a immergersi nella lettura. Ci teniamo molto a mettere insieme società e comunità e a contrastare l’anonimato. In cima all’edificio, p. es., verrà costruita in più una sala comune con giardino pensile e vista panoramica sul lago di Zugo e sulle montagne circostanti. I primi inquilini dovrebbero essere in grado di trasferirsi nel 2024. Rapporto di sostenibilità 2018/2019 V-ZUG Società 49

Partner principale della Festa federale dei lottatori e dei giochi alpestri (FFLS)
«Quando si è saputo che la Festa federale dei lottatori e dei giochi alpestri, il più grande evento sportivo ricorrente in Svizzera, si sarebbe tenuto dal 23 al 25 agosto 2019 a Zugo, era chiaro che noi, azienda dalle lunghe tradizioni e profondamente radicata nella regione, avremmo sostenuto con entusiasmo questo evento», afferma Christian Bärlocher, Head Global Marketing. La festa federale ha accolto almeno 420.000 visitatori: con questi numeri la FFLS è stata una delle maggiori feste popolari della Svizzera nel 2019. I cittadini di Zugo sono molto orgogliosi. «Era la mia prima volta a una festa di lotta svizzera e sono totalmente entusiasta dell’atmosfera pacifica e cosmopolita che prevale qui», ha detto entusiasta Jacqueline Mangarelli, 31 anni, di Menzingen, una delle tante visitatrici. Essendo partner principale, V-ZUG ha potuto dare molto rilievo alla propria immagine durante la festa nazionale di lotta svizzera: per esempio con la V-ZUG Arena, il Public Viewing per 8000 visitatori. Oppure con la Wöschgangarena che permetteva ai visitatori di riempire gratuitamente le bottiglie d’acqua e di partecipare a un concorso. Ma non è stato questo il motivo principale del nostro impegno: abbiamo infatti voluto cogliere questa occasione unica per celebrare una festa popolare di tre giorni insieme al Cantone, alla città e alla popolazione all’insegna della tradizione, della sportività e della correttezza, tutti valori che condividiamo. «Naturalmente, abbiamo usato l’evento anche per coltivare le nostre relazioni con i clienti. I nostri collaboratori del servizio esterno hanno avuto l’opportunità di invitare ogni giorno alcuni clienti alla festa di lotta svizzera», aggiunge Bärlocher. Abbiamo messo in palio oltre 300 degli ambiti biglietti per i nostri collaboratori e altri 160 per estranei tramite social media e il nostro microsito dedicato. Christian Bärlocher non era l’unico collaboratore di V-ZUG preso dalla febbre della FFLS. «Molti di noi si sono offerti volontari per aiutare e contribuire localmente a rendere la festa federale un vero successo», conclude felicemente il responsabile marketing.

Download